Tiepolo Eventi Friuli-Venezia Giulia

Tiepolo a Udine, emozioni fatte di luci, forme e colori


I capolavori di un protagonista del palcoscenico artistico del XVIII secolo. “Giambattista Tiepolo. Luce, forma, colore, emozione” è una mostra che ripercorre le importanti tappe artistiche del pittore veneziano

TiepoloGiambattista Tiepolo è stato uno dei protagonisti dell’arte figurativa europea del XVIII secolo. Nato a Venezia alla fine del 1600, Tiepolo iniziò l’apprendistato all’età di quattordici anni e a diciannove anni realizzò la sua prima opera pubblica. Nel 1719 Tiepolo si unì in matrimonio con Cecilia Guardi, sorella del famoso pittore Francesco Guardi. L’attività artistica di Giambattista Tiepolo è stata continuativa e intensa, per alcuni aspetti anche frenetica. Fino al 6 aprile 2013, a Villa Manin di Passariano in provincia di Udine, sarà allestita una grande mostra dedicata al celebre pittore veneziano. “Giambattista Tiepolo. Luce, forma, colore, emozione” è  il titolo dell’esposizione che vuole ripercorrere la lunga attività di Tiepolo, mostrando opere tra le più significative, testimonianze di una parabola artistica che, ancora oggi, non smette di sorprendere per la sua geniale vitalità artistica. Più di sessanta dipinti e oltre settanta disegni sono stati disposti in un percorso espositivo che ripercorre le tappe cronologiche dell’artista, descrivendo allo stesso tempo il processo creativo seguito da Tiepolo nella realizzazione dei suoi capolavori. La prima parte della mostra “Giambattista Tiepolo. Luce, forma, colore, emozione” svela al pubblico alcuni sorprendenti disegni giovanili, tra i quali molti diedero origine a incisioni che furono stampate in importanti pubblicazioni. Nella prima parte dell’esposizione sono, però, soprattutto esposti molti dei bozzetti dai quali presero vita i preziosi cicli di affreschi realizzati da Tiepolo. La seconda parte dell’esposizione, invece, seguendo un indirizzo strettamente cronologico, espone i dipinti di Giambattista Tiepolo: magistrali capolavori, pezzi unici della storia dell’arte, in cui il pittore veneto ha sprigionato tutta la sua irruenta capacità espressiva. Tiepolo, grazie alla sua abilità artistica, riuscì a lavorare per prestigiosi committenti che andavano alla ricerca delle sue opere e delle sue creazioni, le quali divennero ancora più singolari nel momento in cui il pittore iniziò ad avvicinarsi alla pittura a olio. Dal 1730 Tiepolo offre una sferzata di vitalità alle sue opere con stupendi colori vivaci. Attorno alla metà del XVIII secolo, Tiepolo gode ormai di grande fama ed è impegnato in grandi commissioni, che continueranno ad arrivare fino agli ultimi anni della sua vita. Sorprendentemente, però, le ultime opere di Giambattista Tiepolo non sono grandi tele o monumentali affreschi, bensì piccoli dipinti sacri realizzati per la devozione privata: estremi capolavori di un genio dell’arte capace ancora di emozionare.             

Michele Broccoletti