Wassily Kandinsky Eventi Toscana

Wassily Kandinsky, il genio dell’astrattismo in mostra a Pisa


Oltre sessanta opere esposte a Palazzo Blu di Pisa. “Wassily Kandinsky. Dalla Russia all’Europa” è una delle mostre più ampie e complete che l’Italia abbia mai dedicato al grande talento artistico del pittore russo

Wassily Kandinsky Wassily Kandinsky, il genio dell’astrattismo in mostra a Pisa  eventi toscana Nato nella seconda metà dell’800, Wassily Kandinsky è uno tra i pochi artisti simbolo del XX secolo. Wassily Kandinsky deve la sua fama soprattutto al suo modo di lavorare, teorico e artistico allo stesso tempo, grazie al quale nacque l’invenzione della pittura astratta, di cui il grande pittore russo è considerato, a ragione, il padre fondatore. Le tradizioni, gli usi e i costumi delle popolazioni siberiane, ma anche il mondo contadino dell’immensa Russia, fatto di storie fantastiche, racconti fiabeschi e leggende favolose, hanno rappresentato il sostentamento culturale di cui si è nutrito Wassily Kandinsky, che ha trasformato in arte il substrato antropologico appartenente al suo Paese natio. Il risultato di tutto ciò sarà visibile a Pisa, fino al 3 febbraio 2013. Allestita a Palazzo Blu, l’esposizione “Wassily Kandinsky. Dalla Russia all’Europa” presenta al pubblico un nucleo di oltre sessanta opere, provenienti dal Museo di Stato di San Pietroburgo, dai Musei di Omsk, Kazan, Tyumen, Vladivostok, Nizhny Novgorod, dal Museo Pompidou di Parigi e da collezioni private italiane. Le opere sono state realizzate tutte nel primo ventennio del ‘900, e aiutano a comprendere in che modo le radici della tradizione culturale russa si siano fuse con le avanguardie tedesche e parigine, trovando nell’arte di Wassily Kandinsky un punto d’incontro unico e originale. La rassegna cerca di offrire dei precisi riferimenti, utili a ripercorrere l’evoluzione artistica di Wassily Kandinsky che, tra il 1901 e il 1921, si è letteralmente costruito addosso la peculiare caratteristica secondo la quale l’artista ha rappresentato una sorta di ponte di collegamento tra le avanguardie russe e quelle europee. Il percorso espositivo della mostra “Wassily Kandinsky. Dalla Russia all’Europa” è unico nel suo genere, perché affianca alle opere del pittore molti di quegli oggetti appartenenti alla tradizione folclorica russa, che sono stati spesso ispiratori dei capolavori dipinti da Wassily Kandinsky. Il punto focale della rassegna inquadra, nel dettaglio, gli anni tra il ’14 e il ’21, durante i quali, in una concezione spirituale dell’arte, prende forma l’invenzione della pittura astratta, che si trasformerà in seguito nella pura astrazione geometrica, dettata da scelte radicali e appartenente a una situazione di distacco dai luoghi d’origine della cultura di Wassily Kandinsky. L’occasione è unica, quindi, per ammirare una delle mostre più ampie e complete che l’Italia abbia mai dedicato al genio russo Wassily Kandinsky.

Michele Broccoletti