Umbria, cuore verde d’Italia da ammirare

Il turismo è in costante aumento mentre sono allo studio continue azioni marketing per favorire i turisti. L’Umbria è una regione con un grande appeal dovuto ai paesaggi, alla storia, all’arte, al vino e alla gastronomia

Umbria 250x187 Umbria, cuore verde d’Italia da ammirare visitare umbria Il cuore verde d’Italia affascina il turista. La richiesta di visitare l’Umbria aumenta sensibilmente poiché è una regione con un notevole patrimonio artistico e culturale da ammirare attentamente. Il visitatore ha solo l’imbarazzo della scelta durante il soggiorno in Umbria. I paesaggi e l’ambiente completano il fascino della regione. L’Umbria è una meta sempre più richiesta, maggiormente ricercata dagli amanti del buon bere e dell’ottima gastronomia, senza tralasciare le persone alla ricerca della qualità della vita. Sono due le associazioni operanti in Umbria, entrambe in costante rapporto e scambio con le Istituzioni del territorio, al fine di promuovere itinerari e iniziative che promuovano contesti opportuni per enfatizzare tutte le eccellenze enogastronomiche dell’Umbria. Il Movimento del Turismo del Vino, nato 21 anni fa, propone la visita al pubblico dei luoghi di produzione del vino e invita le aziende a una trasparenza e a una accoglienza speciale, in grado di mettere l’ospite al centro dell’attenzione tutti i giorni, consentendo all’utente finale di conoscere da vicino i segreti delle migliori produzioni. Tutto ciò è consentito grazie alla creazione di momenti speciali durante l’arco dell’anno, come l’imperdibile giornata di Cantine Aperte, evento tradizionale celebrato ogni ultima domenica di maggio. Dal 2002, su emanazione della Legge Regionale, operano le quattro Strade dei Vini dell’Umbria: Cantico, Colli del Trasimeno, Etrusco Romana, Sagrantino senza tralasciare la Strada dell’Olio Dop Umbria. Queste realtà, coordinate dal 2008, dall’Associazione Regionale delle Strade del Vino e dell’Olio Umbria, promuovono in modo efficiente e strutturato itinerari e percorsi enogastronomici attivi durante tutto l’anno, strutturati lungo questi territori con proposte golose e interessanti, dove i sapori si sposano con la cultura e l’arte. Le azioni marketing per attrarre turisti sono in fase di realizzazione come le APP per dispositivi mobili, presentate durante la BIT 2013. Le APP svolgono una funzione fondamentale poiché aumentano la visibilità turistica del patrimonio culturale della regione. L’Umbria è la quarta meta enologica ed enogastronomica più ricercata d’Europa. È un importante e glorioso piazzamento dovuto alla ricchezza enogastronomica del territorio. L’Umbria si aggiudica, in questo modo, il quarto posto in Europa dietro Toscana, Aquitania e Provenza (entrambe francesi) e prima della Sicilia (al quinto posto). È decisamente un grande motivo di orgoglio, soprattutto in momenti difficili, che vedono nel turismo tematico una carta vincente per il rilancio dei territori. L’Umbria conquista una buona posizione tra le mete turistiche preferite garantendo un sicuro fascino al turista, sempre più convinto delle indubbie bellezze paesaggistiche delle località.

Francesco Fravolini



Francesco Fravolini

Giornalista professionista, studi universitari in Economia e Commercio e Lettere all’Università “La Sapienza” di Roma, è Direttore editoriale di turismo-in.it.


newsletter turismo


commenti