immagine della Festa di Sant'Anna Eventi Campania

La Festa di Sant’Anna rappresenta il folklore


La bellezza del luogo, la suggestione delle barche, la spettacolarità e i colori dello spettacolo pirotecnico. La Festa di Sant’Anna è un evento particolare e affascinante

immagine della Festa di Sant'AnnaLa tradizione e lo spettacolo sono protagonisti indiscussi, sull’isola d’Ischia, il 26 luglio. Il folklore, nel corso degli anni, subisce diverse denominazioni: Sagra marinara, Festa di Sant’Anna, Festa delle barche addobbate, Sagra del Mare, Festa a mare agli scogli di Sant’Anna, Sfilata di barche allegoriche, Sagra agli scogli di Sant’Anna. Di recente viene definita con altri nomi come Carnevale acquatico di mezza estate, Defilè sulle onde, Festa modellata sul Carnevale di Viareggio, Sfilata delle barche addobbate in maschera. Festa a mare discende da precedenti riti propiziatori che gli abitanti dell’isola si davano come scadenze di cicli naturali. A questa tradizione, fortemente radicata a Ischia, si sovrappose la ricorrenza cattolica di Sant’Anna, protettrice delle partorienti. Secondo l’usanza popolare, il 26 luglio di ogni anno, le donne gravide andavano in processione a venerare l’effige della Madre della Madonna, che si trovava in una cappella situata nell’incantevole  baia naturale di Cartaromana, a Ischia Ponte. Le donne erano accompagnate da un corteo composto dalle barche dei pescatori i quali, per l’occasione, addobbavano lo scafo con frasche e ghirlande di fiori. Intorno agli anni ’30, a un gruppo d’amici venne in mente di istituire un premio, consistente in un palio per la barca più bella. Successivamente si unisce un falegname e artigiano che sostituisce ai gozzi delle zattere con forme e ornamenti sorprendenti. Ha così avuto inizio la festosa processione a mare con carri allegorici acquatici cui partecipano i comuni Ischia, Forio, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Serrara Fontana e Barano ai quali, negli ultimi anni, si sono aggiunti quelli di Procida, Capri e Anacapri. Da allora la festa a mare degli scogli di Sant’Anna ha acquisito un fascino tutto suo, costituendo una manifestazione che non ha eguali al mondo, perché si avvale di uno scenario che da solo varrebbe la pena di vivere sempre. Il numero degli spettatori  è esorbitante (nell’edizione del 2011 se ne contano oltre 30.000) che si assiepano sul molo e sulla scogliera, così come sulle barche ancorate nella splendida baia. Tutto si svolge nell’antico borgo di Ischia Ponte, a pochi passi dal Castello Aragonese, la sera del 26 luglio.

Guglielmo Taliercio


4 commenti on La Festa di Sant’Anna rappresenta il folklore

  1. Bill

    Le tradizioni antiche hanno sempre un fascino particolare, non conoscevo questa festa molto particolare. Sapete dove poter trovare una sistemazione comoda ed economica per Ischia?
    Grazie :)

  2. Francesco Fravolini

    L’obiettivo dei nostri articoli è quello di raccontare le tradizioni e la storia d’Italia. Non suggeriamo sistemazioni alberghiere. Mi dispiace.
    Cordialmente

    Francesco Fravolini

  3. marco

    Di economico ad ischia c’è davvero poco…cmq puoi sempre rivolgerti a siti specializzati…per l’Italia ti consiglio Prontohotel.com

  4. Bill

    @ Francesco. Devo dire che lo fate veramente bene, complimenti!
    @Marco. Ti ringrazio per il consiglio, gli darò un’occhiata.

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


1 + otto =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>